Breve introduzione sull’arte del falso nell’arte pittorica

Si sente dire spesso copie o falsi d’autore ma non sarebbe proprio corretto definirli così, le parole “falsi” ed “autore” inducono ad un’ambiguità non di facile soluzione.

Oggi i falsi nel mondo dell’arte e non solo come tutti sappiamo, vengono ritenuti un reato.

Un famoso maestro del falso l’olandese Van Meegeren che fu considerato uno dei più grandi falsari di dipinti d’autore a sorta di sfida, dichiarò che egli non valeva meno dei grandi maestri e per questo esegui dei falsi Vermeer che trassero a lungo in inganno.

Con il termine di autore invece cerchiamo di qualificare un’opera d’ingegno, diversamente quadri dipinti come falsi d’autore conformi all’originale e di buona fattura, possono dare il gusto ed il piacere dell’opera primigenia che come tutti sappiamo è a beneficio di solo pochi o fortunati collezionisti, oppure di musei che custodiscono siffatti dipinti con grande cura.

A tale proposito sul tema del falso nell’arte, si consigliano le seguenti letture : “Veramente falso” – Arnoldo Mondadori Arte editore e “La costellazione del falso” di Federico zeri – Rizzoli editore.